venerdì 25 luglio 2014

TivuSat: I decoder certificati sono obsoleti?

Il mercato attende una nuova generazione di decoder satellitari tvsat?

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Riprendo un interessante commento postato in Confronto - TivùSat - Scegliere il decoder HD da un utente che ha preferito rimanere anonimo, che ringrazio di cuore.


(continua sotto)
promo

  

Poiché trovavo molto interessante la questione proposta ho preferito prendere spunto dal commento e scrivere un post invece di commentare a mia volta.
Ecco il commento così come compare nel post:

"Ma la domanda tecnica + spontanea e naturale, che potesse arrivare, nessuno l'ha fatta...
Con questo non voglio dire che sia intelligente e voi stupidi, lungi da me...
Ma dopo tutte le recensioni, gli articoli, i post, con il 4k o UHD entrato in scena, il Tivusat e suoi decoder, anche con l'Hdmi dobbiamo scegliere tra decoder che arrivano appena al 720p, ovvero un buon Hd ready, bisogna chiedere alle case costruttrici di aggiornare o costruire decoder all'altezza dei TV led di oggi, fa nulla che la trasmissione televisiva sia datata e a bassa qualità, ma almeno si avrebbe un dialogo tra decoder e tv, più aggiornato...
Quello che sarebbe importante dai decoder HD, anche Tivusat, sarebbe il segnale, stabile, efficiente ed ad alta definizione, se si nota i decoder sono datati, dal 2010 ad oggi, ma la tecnica lo è ancor di +...
Da riordinare tutto..."

L'arretratezza dei decoder è un fatto. Nel post Confronto - TivùSat - Scegliere il decoder HD che hai commentato ho dichiarato il mio disappunto. Disporre di una gamma di decoder FullHD sarebbe già un risultato.

Mi pare chiaro che non sia ragionevole paragonare i progressi fatti parallelamente dai TV, soprattutto sugli schermi in termini di tecnologia, risoluzione e spessore. 

Non mi pare neanche possibile negare d'altro canto che i contenuti 4K (o ultraHD) da major siano al momento praticamente assenti. Lo si dice chiaramente nell'articolo  Tutti i segreti di Ultra HD e 4K, la guida completa e ad un anno di distanza la situazione è pressoché la medesima.

"Con un TV Ultra HD oggi si possono vedere pochissimi contenuti a risoluzione nativa: trailer su YouTube, ma serve un computer con hardware adeguato, qualche cortometraggio, fotografie tramite chiavetta USB e giochi per PC"

Lo stesso Gianfranco Giardina (responsabile del sito e della rivista dday.it) ha confermato il quadro, durante una recente intervista sull'argomento da parte Enrico Pagliarini nella trasmissione radiofonica 2024 di radio24.

L'infrastruttura tecnologica (hardware e software) necessaria alla diffusione satellitare di contenuti 4K (UHD) richiede tempi e costi che non promettono benissimo.

Altro discorso è la fruizione di contenuti non provenienti dal canale satellite come lo possono essere quelli prodotti in autonomia da professionisti e amatori.
L'interessante e nutrita lista device in grado di registrare in 4K in List of 4K video recording devices - Wikipedia, the free encyclopedia EN dimostra il crescente numero di prodotti abilitati. Oltre a foto e videocamere professionali e semi-professionali, compaiono nella lista anche device piuttosto pop come la GoPro e il Samsung Galaxy S5.

Condivido pienamente quindi la necessità di disporre di un decoder che permetta di fruire di questi contenuti almeno quando non passino dal cavo coassiale. Tanto più che i decoder di ultima generazione sono effettivamente dei mediacenter con a bordo l'elettronica del decoder satellitare.

(continua sotto)
promo




Chiarisco che non ho alcun interesse a promuovere né a difendere l'azienda TivuSat srl. Il post Confronto - TivùSat - Scegliere il decoder HD è partito inizialmente come personale (soprattutto artigianale!) ricerca di mercato. L'interesse che avete dimostrato ha fatto il resto.

Premesso questo, vorrei puntualizzare, se ce ne fosse bisogno, che i decoder non sono prodotti direttamente da TivuSat. Sono i vari produttori come Humax e Telesystem, che, recependo gli specifici requisiti tecnici, richiedono la certificazione dei device fabbricati. Cito la definizione di decoder certificato riportata sul sito tivusat.tv/ nella pagina Bollini per dispositivi certificati tivùsat:

"Il bollino tivùsat garantisce la certificazione del dispositivo secondo le specifiche tecniche di tivùsat"
In tema di aumento delle risoluzioni offerte dai decoder, il primo FullHD certificato tivusat è sul mercato da appena un anno (Humax Tivumax Recorder Videoregistratore con Doppio Sintonizzatore Satellitare). Invano ho atteso l'arrivo di antagonisti degli altri brand da poter confrontare.

Condivido pienamente l'idea di richiedere espressamente ai diversi brand produttori di portare finalmente sul mercato la nuova generazione di decoder ad alta ed altissima definizione. È facilmente prevedibile che i prezzi non potranno che salire, ma ce ne faremo una ragione!

(continua sotto)
promo



Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!



DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

martedì 22 luglio 2014

SMS anonimi: SMS anonimi inviati dalle cabine telefoniche

Stalking via SMS!

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Poiché ritengo che in un paese "civilizzato" la riservatezza sia un diritto fondamentale, riporto sul blog gli estremi di una discussione faccia a faccia (da brivido!) con una vittima di stalking. Le cronache sono piene di casi sottovalutati per troppo tempo trasformatisi improvvisamente in tragedia. Non voglio parlare del caso specifico per il quale spero si arrivi presto ad una soluzione definitiva. 

(continua sotto)
promo

  

Piuttosto vorrei condividere i suggerimenti che il buon Salvatore Aranzulla offre a chi è vittima di questo crimine e riceve la tipologia di molestie che vado a descrivere. Il molestatore in questione usa, banalmente, inviare sms dalla cabina telefonica. Lo strumento permette un "illusorio" anonimato allo stalker.
Sottolineo illusorio, in primo luogo perché a ciascuna cabina corrisponde un numero telefonico univoco. Poi, anche perché, una persona in una cabina telefonica, nel 2014, non passa certo inosservata.
Tanto più se si considera che sta digitando un SMS.
Qualcuno potrebbe scambiarlo per Morpheus e persino chiedergli un autografo!

(continua sotto)
promo




A parte gli scherzi utili solo a sdrammatizzare un po', nel post di Aranzulla ( SMS anonimi: SMS anonimi inviati dalle cabine telefoniche | Salvatore Aranzulla ) è suggerito come cercare di individuare la cabina a partire dal relativo numero telefonico.
Sarà lo stalker a doversi preoccupare della propria privacy!

(continua sotto)
promo


Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
amazon.it/

Twitter:

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.



(continua sotto)
promo


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.