mercoledì 30 dicembre 2015

Tivumax - Alcune problematiche note

Prima di acquistare il Tivùmax leggi

Dalle caratteristiche tecniche il Humax Tivumax Recorder HDR-1001S sembra avere le carte in regola. Dalle prove sul campo degli utenti purtroppo emerge una situazione ben diversa. Sembrano essere due i punti critici della soluzione Humax:

- adattatore wifi
- anomalia Infinity

WiFi Dongle
Non si tratta del problema noto (vedi Confronto - TivùSat - Scegliere il decoder HD) della chiavetta Humax non compatibile promossa su Amazon. Alcuni utenti segnalano difficoltà anche nell'utilizzo dell'adattatore USB WLAN 150Mbit/s per DIGIMAX Recorder e TIVUMAX Recorder/DIGIMAX Easy. Sembrerebbe che si possa risolvere con l'utilizzo dell'adattatore universale WiFi N600 Mbps DualBand Netgear WNCE3001-100PES.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Anomalia Infinity
Gli utenti segnalano diverse anomalie per l'applicazione Mediaset Infinity. L'applicazione risulta essere piuttosto instabile. Si verificano spesso blocchi. A volte è udibile l'audio del contenuto ma il video non parte rimanendo fermo sulla locandina. L'utilizzo di alcune funzioni come pause, rewind o cambio lingua può provocare il blocco. L'assistenza sembrerebbe confermare alcune difficoltà tecnologiche dell'applicazione Infinity su Humax.

Trovo piuttosto curioso che Mediaset permetta che gli utenti Humax vivano un'esperienza utente insoddisfacente. La bollinatura tivùon sui device Humax potrebbe non essere più considerata una garanzia.


(continua sotto) 
promo







In alcuni altri casi sono segnalati problemi per l'audio dal collegamento HDMI. Il problema sembrerebbe dipendere dal tv che riceve. In particolare vi sono riscontri su modelli Sony. Per il Sony Bravia il problema audio può essere risolto disabilitando il controllo CEC sulla porta HDMI (vedi Sony/Humax sound problem - TV and Home Entertainment Technology - Digital Spy Forums ).


LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
amazon.it/
forums.digitalspy.co.uk/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Garmin ForeRunner 630 - Usarlo per il ciclismo al chiuso (indoor cycling)

Fai ciclismo al chiuso e vuoi tracciare l'attività col Garmin? Leggi


Ciao Matrix71, 
spero tu apprezzi questo post, nel quale provo a dare una risposta al tuo commento:

Ciao... la bici indoor...come si configura ???

Il tuo commento, per chi legge questo post, è relativo a Cosa aggiunge il Garmin FR630 al FR620? dove ho elencato sommariamente le differenze tra i due splendidi modelli di sportwatch GPS della prestigiosa casa svizzera: ForeRunner 630 e ForeRunner 620 HRM. Nel contesto delle attività gestibili ho citato gli sport: Bici, Corsa, Bici Indoor e Corsa Indoor.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Purtroppo non posseggo ancora il FR630 che mi piace moltissimo. Confesso che sto seriamente valutando di sostituire con questo il mio formidabile Garmin ForeRunner 220 che da un anno a questa parte mi accompagna in ogni uscita. Per discutere delle ragioni per le quali passerei ad un modello più evoluto scrivi un commento. 

Non sono un esperto. Semplicemente subisco il fascino di questi strumenti hi-tech. Non potendo eseguire per il momento dei test in prima persona provo ad approfondire il tema acquisendo informazioni da alcuni siti internet specializzati. La sezione dei commenti è a completa disposizione per smentite, integrazioni e richieste di approfondimento ulteriormente. 

Matrix71, provo qui di seguito a fornire una risposta al tuo quesito.

(continua sotto)
promo


  
Nel paragrafo Allenamento al chiuso del manuale (vedi Manuale Italiano - Garmin ForeRunner 630) è citata molto sinteticamente la possibilità di eseguire allenamenti al chiuso semplicemente disattivando il GPS (come per la corsa). Riporto sotto il relativo estratto. 

Allenamento al chiuso
Il dispositivo include profili di attività al chiuso in cui il GPS è disattivato. È possibile disattivare il GPS durante l'allenamento al chiuso o per limitare il consumo della batteria.

NOTA: Qualsiasi modifica apportata all'impostazione GPS viene salvata nel profilo attivo.
Selezionare Impostazioni attivitàGPSDisattivato.
Quando si corre con il GPS disattivato, la velocità e la distanza vengono calcolate utilizzando l'accelerometro nel dispositivo. L'accelerometro viene calibrato automaticamente. La precisione dei dati sulla velocità e la distanza migliorano dopo alcune corse all'aperto utilizzando il GPS.
L'articolo How to train indoors with your Garmin device illustra le procedure da utilizzare per modelli Garmin (FR305, FR310XT, FR405, Edge500, Edge705) più datati. Sullo stesso sito, il post Garmin Forerunner 630 In-Depth Review cita la medesima funzionalità con estrema sintesi. Propongo la mia traduzione:

Il FR630 offre una modalità bici, disponibile premendo il tasto start. Sono presenti due opzioni per la modalità – outdoor o indoor. Durante le attività al chiuso il GPS dovrà essere disattivato, quindi per le misurazioni di velocità e distanza si dovrà collegare appositi sensori ANT+ (vedi Garmin 010-10644-00 Sensore Cadenza / Velocità con Kit di Installazione).

Su Youtube, non ho trovato documenti utili relativi al 630, ma credo ti interesserà un altro video (vedi Garmin Vivoactive with Indoor Cycling & ANT+ Bike Sensors) che mostra la procedura:
  • accoppiamento sensore Ant+
  • disattivazione GPS
  • inserimento misura ruota
Probabilmente la procedura è simile a quella prevista per il ForeRunner630. 
Grazie ancora Matrix71 per il tuo gentile post.
Spero di esserti stato utile.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
garmin.com/
amazon.it/
Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

mercoledì 23 dicembre 2015

Juasapp - Un'app per fare scherzi telefonici


Potrebbe capitare anche a te! Leggi

L'altra mattina, mentre facevo colazione al bar, ho assistito ad una scena che mi ha dapprima incuriosito poi intrigato, tanto da scriverne su queste pagine. Una ragazza, mentre sorseggiava il suo cappuccino fumante, ha risposto ad una telefonata. La conversazione partiva con un tono formale tipico di chi risponde ad un piazzista di call center. "Un operatore che cerca di piazzare qualche servizio", ho pensato in un primo momento.

(continua sotto)
promo



  

La ragazza ripeteva che non aveva tamponato nessuno e che non aveva lasciato alcun biglietto. Il tono della ragazza si è fatto via via più impetuoso. Sembrava che l'interlocutore la incalzasse e che non le desse la possibilità di parlare. Era impossibile non accorgersi di quel che stava accadendo. Prima che la telefonata si concludesse bruscamente, la ragazza aveva iniziato ad urlare ed imprecare fino a minacciare la denuncia ai Carabinieri. Dopo la sfuriata, un'amica che era con lei, un po' imbarazzata, confessava candidamente di aver organizzato lei stessa lo scherzo utilizzando l'app per smartphone Juasapp.

L'applicazione della spagnola MIRACLIA TELECOMUNICACIONES, S.L. è già molto diffusa, ma io l'ho conosciuta in questa occasione. Juasapp è disponibile su Google Play Store e Apple App Store.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

L’applicazione permette all’utente di inviare telefonicamente scherzi e burle per mezzo di un file audio registrato inviato al destinatario da lui selezionato dalla rubrica o il cui numero è inserito manualmente al momento. L’utente potrà scegliere lo scherzo da un archivio e indicherà il numero telefonico del destinatario e l’orario in cui desidera che il destinatario riceva lo scherzo. A scherzo effettuato, l’applicazione permette di registrare il file audio, scaricarlo e condividerlo. L’utente dovrà necessariamente ottenere il consenso dalla vittima dello scherzo per poter ricevere la registrazione e utilizzarla.

La vittima, ingannata dalla qualità dell'audio e dalle frasi utilizzate dall’operatore virtuale, non si renderà conto dell'artificio e penserà di parlare con una persona in carne ed ossa. Le frasi sono preparate con estrema cura e coprono diversi scenari:

  • Lei ha dato un colpo alla mia macchina
  • Cellulare trovato
  • L'acquisto via internet
  • Il suo cane è un castigio di Dio
  • Una proposta decente
  • Grazie per esserti abbonato
  • Telefonata della TV
  • Cosa c'era nel pacco?
  • Suo figlio morde
  • La ragazza in palestra
  • Lei mi ruba il wi-fi
  • etc.

(continua sotto)
promo







Si sceglie lo scherzo tra quelli in archivio magari utilizzando una situazione in cui la vittima potrebbe realmente capitare. Scelta la vittima lo scherzo parte in pochi minuti. Il dialogo potrà essere poi riascoltato, scaricato o condiviso.

L'applicazione è a pagamento ma offre diverse possibilità di ottenere una quantità gratuita di scherzi.


Non amo gli scherzi in genere. Ma la popolarità di questa app mi ha incuriosito molto. Sul sito del produttore (vedi juasapp.it/) sono dichiarati più di 5 milioni di utenti e oltre 10 milioni di scherzi fatti.
Il sito permette di chiedere che al proprio numero non siano inviati altri scherzi.

LLAP!


Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
juasapp.it/
quellichetelefonano.it/
amazon.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

domenica 20 dicembre 2015

Sky Online - Primo test

La mia prima prova domestica del servizio Sky Online
Ultimo aggiornamento 22/12/2015

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Oggi, facendo la spesa ho letto sul cartonato di un corner Lindt (vedi lindt.it/) un messaggio promozionale che illustrava brevemente un'iniziativa di co-marketing tra la nota azienda svizzera e Sky. In regalo 15 giorni del servizio Sky Online (vedi Sky Online: cos'è e come funziona | Approfondimenti | Softonic ) per un acquisto di almeno 200 g. di cioccolata.



Poiché il servizio mi incuriosiva (ma non tanto da giustificare l'abbonamento) ho approfittato per unire l'utile (attivazione gratuita di Sky Online) al dilettevole (un po' di ottima cioccolata). Chi volesse approfittare dell'operazione commerciale, da quanto indicato sul sito (vedi Lindt regala 15 giorni di Sky Online), ha tempo fino al 31/03/2016.

twitta: Lindt regala 15 giorni di Sky Online fino al 31/03/2016

Ho iniziato la procedura per attivare la promozione sul sito dedicato. Ho clickato il tasto Partecipa e ho compilato un form di registrazione con i miei dati anagrafici ed i riferimenti dello scontrino. Segnalo ad eventuali sottoscrittori che l'indirizzo email deve essere reale e attivo poiché è utilizzato per l'invio del codice di attivazione.


(continua sotto) 
promo

  





Al termine della registrazione, come da indicazioni, ho ricevuto la mail con l'oggetto LINDT TI OFFRE SKY ONLINE che riportava nel corpo del messaggio il relativo codice a 16 cifre. In realtà in un primo momento la mail è finita nella junk mail (posta indesiderata).

Sono poi passato sul sito skyonline.it/ per utilizzare il codice promo. Ho provveduto a registrarmi anche su questo sito. Al completamento della registrazione ho eseguito il controllo della banda con un ottimo riscontro (vedi immagine sotto).



Ho poi dovuto scegliere se attivare il Ticket su Cinema o Serie TV. Io ho attivato Cinema.

Ho dato un'occhiata ai titoli e ho individuato tra quelli interessanti il titolo Disney: Big Hero 6 da vedere in famiglia. Ho avviato il film ma, dopo aver registrato il primo device su 4, quasi subito ho incontrato il primo intoppo. Delusione... il servizio non è più compatibile con il browser Google Chrome (v.47) poiché da qualche versione non supporta più Silverlight di Microsoft. La versione 42 di aprile 2015 ha disattivato di default la compatibilità con plugin NPAPI (vedi Chrome 42: notifiche push, addio a Java e Silverlight). Fino a settembre il settaggio era gestibile mediante workaround. A settembre il supporto è stato eliminato definitivamente.
twitta: Google Chrome non è più compatibile con Sky Online 

Ho provato subito con Explorer (v.9 64bit) ma ho avuto problemi con l'aggiornamento del software Silverlight. Per qualche ragione partiva ripetutamente la richiesta di aggiornamento. Anche dopo l'aggiornamento l'errore si ripresentava.

Ho poi contattato il servizio di assistenza in chat. Mi ha subito confermato il problema su Chrome, del quale però non ho trovato riscontri ufficiali di Sky. Il messaggio di errore rimandava ad un thread nel forum di supporto (vedi http://www.skyonline.it/assistenza/index.shtml?parametro=/assistenza_faq_detail_logged?id=kA0b0000000UHtZ (Cod. I9167)) che però non risulta più essere raggiungibile.

Purtroppo l'operatore non ha saputo darmi indicazioni sufficienti a risolvere il problema con Silverlight. Mi ha segnalato la possibilità di conflitti con applicazioni di controllo remoto tipo TeamViewer (probabilmente più per evitare abusi che per limiti tecnologici). Anche disinstallare TeamViewer e riavviare il PC non è stato sufficiente a risolvere.

Ho provato ad utilizzare il servizio da una macchina virtuale (registrando il secondo device) ma, pur non riscontrando le difficoltà riportate sopra, il monitor dell'host era rilevato come secondario e non poteva essere utilizzato. Questo il messaggio di errore: "Non e' possibile riprodurre il programma su uno schermo esterno (Cod. SDRM6037)".

Purtroppo un comportamento simile l'ho riscontrato utilizzando Mozilla FireFox (v.43.0.1). A differenza del browser di Microsoft, qui ottenevo un messaggio di errore preciso: Messaggio per l'errore silverlight - MediaError-3142. 

Paradossalmente ho poi trovato la soluzione sul sito Netflix (vedi Netflix Error N8157 3142) che paradossalmente sembra anche questo utilizzare Microsoft Silverlight. La causa è un settaggio delle proprietà delle casse integrate del portatile (SO Microsoft Windows 7).
twitta: [RISOLTO] Errore Sky Online su Mozilla Firefox per Silverlight - MediaError-3142

Come ulteriore prova ho verificato la presenza di un'app per iOs per poter utilizzare il mio iPad2. L'app, fortunatamente era disponibile e soprattutto, compatibile col mio tablet. L'ho istallata e ho registrato questo come terzo dispositivo. Solo così, dopo diverse tribolazioni, sono riuscito finalmente a far vedere il film.

Pur con un paio di stop dovuti alla caduta della wlan domestica, e due blocchi del video durante la visione, lo stream è stato di buon livello.

Avrei voluto verificare la possibilità di visualizzare il contenuto sullo smartphone per poi vederlo sul TV collegando il lettore BR via Screen Mirroring Samsung, ma il lettore Blu-ray H5500 purtroppo non lo supporta (vedi Lettore Blu-ray H5500 | SAMSUNG Italia).

Contrariamente a quanto avevo letto nella recensione di Tom's Hardware: L'offerta di Sky Online; i titoli disponibili sono purtroppo molto pochi. Mi sembra che i titoli effettivamente disponibili siano più di quelli navigabili dall'interfaccia. Mi è sembrato che alcuni titoli suggeriti non fossero presenti negli elenchi che avevo attraversato. La ricerca pur presentando molti titoli tra quelli selezionabili, non restituisce poi le informazioni di dettaglio. Inoltre per ogni titolo è indicata una data oltre la quale questo non sarà più disponibile (come evidenziato nell'immagine sotto).

 

Una limitazione specifica della promozione sarebbe di certo controproducente.

La difficoltà di utilizzo su PC potrebbe far pensare che l'azienda non abbia particolare interesse per questa utenza (vedi Sky has no plans to fix Chrome compatibility after Google's Silverlight shun). Se si considera la diffusione del browser di Google (vedi immagine sotto da gs.statcounter.com/), il perdurare dell'incompatibilità con il sistema VOD di Sky rimane difficile da comprendere.



Se non altro, la conferma della qualità della connessione, mi avvicina ad altre prove.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
samsung.com/
gs.statcounter.com/
lindt.it/
tomshw.it/
amazon.it/
Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.



DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

sabato 12 dicembre 2015

Posso usare l'iPod nano 6g invece di un Garmin ForeRunner?

Indossare un ipod al braccio come fosse uno smartwatch? Leggi

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Ciao... volevo chiederti se secondo te posso usare l'ipod quadrato al polso invece di un Garmin? Grazie
m4tto

(continua sotto)
promo


  
Ciao m4tto e grazie della tua domanda.
Ho subito anche io il fascio di questo bel device poi inspiegabilmente scomparso. Sono legato sentimentalmente all'iPod nano. Ho mosso i primi passi dello sport tracking con una 3a generazione (vedi Nike+ e iPod - Recuperare corse perse). La versione 6 del 2010 (vedi iPod nano - Wikipedia) alla quale sicuramente ti riferisci, ha avuto un notevole successo dovuto probabilmente alla possibilità di indossarlo come un orologio. Se sei disposto a correre con il cavetto delle cuffie lungo il braccio e non ti serve il GPS per tracciare il percorso potresti anche utilizzarlo (ii servirà il footpod Nike+). Specialmente se è già in tuo possesso. Solo per dire che al momento acquistarlo su Amazon non è molto conveniente (vedi Apple iPod nano 8 6gen GB). Se dovessi optare per un orologio da running puoi dare un'occhiata al post specifico Confronto Sport Tracker GPS.

Spero ti sia stato utile.
Mi farà piacere leggere un feedback nei commenti.
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
it.wikipedia.org/
cnet.com/ EN
amazon.it/
gigaom.com/ EN

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.



DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Oracle: esiste una funzione IS DATE in SQL+ ?

SQL+ offre una funzione che possa controllare che un dato sia una data? Leggi

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Ciao Vinc, recentemente mi è stato molto utile il post Oracle - esiste una funzione IS NUMERIC in SQL+ ?. Vorrei chiederti a questo punto: "esiste una funzione IS DATE in SQL+"?
Grazie cl0ra


(continua sotto)
promo





Ciao cl0ra e grazie mille per la tua domanda.
Come è possibile leggere in Why no IS_DATE or IS_NUMBER functions? | Oracle Community EN la funzione IS DATE per verificare che un valore corrisponda ad una data non è disponibile in SQL+. Se proprio ti è indispensabile dovresti provare a scriverne una tua allo scopo utilizzando la TO_DATE come descritto nell'articolo.

Spero di esserti stato utile.
Mi farà piacere leggere il tuo feedback nei commenti.
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
amazon.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

mercoledì 9 dicembre 2015

Sostituire Runtastic su smartphone con uno sportwatch Garmin

Scegliere lo sportwatch tra 3 modelli Garmin
Ultimo aggiornamento 13/12/2015

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]


Ciao Vincent, corro abitualmente ma non faccio gare. Per tracciare le mie corse e condividerle con amici e colleghi utilizzo il mio smartphone e l'app Runtastic. Sto valutando l'acquisto di uno sportwatch della serie Garmin per eliminare l'impiccio dello smartphone. In particolare pensavo ai modelli: Vivoactive, FR220 e FR10. Potresti consigliarmi?Grazie, Lea

Ciao Lea e grazie mille della fiducia. Come è chiaro a chi legge queste pagine, al momento sono un felice possessore del Garmin ForeRunner 220. Proverò quindi ad iniziare parlando di questo.

Il FR220 è uno splendido sportwatch che unisce funzionalità specifiche del running ad un design gradevole. Si può tranquillamente indossarlo anche quando non si corre. La durata della batteria permette l'utilizzo anche in maratona. L'aggancio rapido del GPS è più utile in gara. Ma da quanto posso capire dal tuo messaggio, sono caratteristiche che non ti interessano tanto. L'orologio permette la programmazione di un allarme/vibrazione sveglia. La vibrazione è utilizzabile anche sugli avvisi per passo, giro e bpm. La disponibilità della connettività Ant+ permette di associare sensori esterni come la fascia cardio e il footpod. Il software offre alcune funzioni specifiche per il runner come Auto Lap, Auto Pause e Interval. L'orologio utilizza il BLE per il trasferimento delle tracce sulla piattaforma Garmin Connect con Android/iOS mentre è privo di tutte le funzioni introdotte con i modelli più recenti (controllo del sonno, contapassi, notifiche, etc). La presenza dell'accelerometro permette il tracciamento anche di sessioni su tapis. Il fatto che sia resistente all'acqua fino a 5 atmosfere permette di stare tranquilli anche sotto la doccia. Il Garmin ForeRunner 220 necessita dello smartphone solo quando, in mobilità, si deve trasferire i dati della corsa al sito madre Garmin Connect o anche per un live track. Prezzo di listino €199,00 a cui va aggiunto il costo della eventuale fascia cardio.

Per un runner che segue un programma di allenamento credo che, tra i modelli di cui mi chiedi, questo sia il più adatto.

(continua sotto)
promo


  

Il ForeRunner 10 è senza dubbio un modello entry level. Non è interfacciabile via Ant+ per cui non è prevista l'acquisizione dei dati cardio. Dispone anche questo modello dell'aggancio rapido del GPS. La durata della batteria è però la metà del FR220 (5h con GPS contro le 10h) per cui in maratona potrebbe non essere indicato. Niente sveglia né vibrazione. Assente anche l'accelerometro per cui non è prevista la registrazione di tracce al chiuso. Può memorizzare solo 7 attività invece dei 1000 lap previsti sul FR220. Non ha l'Interval mentre ci sono Auto Pause e Auto Lap. Anche questo sportwatch è compatibile con la piattaforma Garmin Connect. Il dispositivo non ha BLE. Per l'upload servirà il cavo USB. Nessuna funzione smart. Prezzo di listino €129,00.

Il Vivoactive è l'unico touch dei tre. Oltre al GPS, per una maggiore precisione, può utilizzare il sistema russo GLONASS. Sono disponibili le smart notifications, la vibrazione e la sveglia. Dall'orologio (ndr. con qualche limitazione) è possibile anche gestire il mediaplayer del telefono. L'accelerometro c'è. Auto Pause sì mentre sono assenti Auto Lap e Interval. Della selezione è l'unico multisport. Oltre al running (anche indoor) permette di tracciare attività per bici (anche indoor), nuoto e golf. Presenti le funzioni: contapassi, monitoraggio del sonno, gestione obiettivi, etc. Allarme e vibrazione anche su questo. Niente footpod. Prezzo di listino €249,00. Senza cellulare, molte funzionalità non saranno utilizzabili.

Concludo dicendoti questo:
- se vuoi usare lo sportwatch per la corsa ti consiglio il FR220;
- se vuoi uno sportwatch per la corsa (non solo) ma ammicchi allo smartwatch dovresti provare invece il Vivoactive;
- se sei disposto a rinunciare ad alcune misurazioni pur di spendere meno allora prendi il il FR10.

Spero di essere stato di aiuto.
Ho scritto un post molto completo confrontando 15 modelli di sportwatch inclusi i tre di questo post (vedi Confronto Sport Tracker GPS).
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!
Siti consultati:
buy.garmin.com/
amazon.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

La Rai pianifica di trasmettere 11 canali in HD e un canale Ultra HD su #Tivùsat - HDblog.it

La Rai sceglie il sistema tivusat per l'upgrade della sua offerta in HD (vedi La Rai pianifica di trasmettere 11 canali in HD e un canale Ultra HD su Tivùsat - HDblog.it). 

(continua sotto)

promo














Infatti gli 11 canali disponibili a regime (Rai 1 HD, Rai 2 HD, Rai 3 HD, Rai Sport 1 HD, Rai 4 HD, Rai Movie HD, Rai Premium HD, Rai 5 HD, Rai News 24 HD, Rai Yoyo HD e Rai Gulp HD), non saranno presenti sul DTT, ma saranno fruibili soltanto sulla piattaforma satellitare.


LLAP!


Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:

altadefinizione.hdblog.it/

amazon.it/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.




DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Ufficiale: via la pubblicità da Rai YoYo dal 1° maggio 2016 | DDay.it

Ascoltavo l'ultima puntata (04/12/2015) del programma radiofonico 2024 in cui si riportava la notizia dell'altra settimana relativa all'eliminazione della pubblicità dal canale Rai Yoyo (canale tematico per bambini più piccoli parte dell'offerta Rai su Tivusat) a partire dal 2016. Ho trovato conferma sulle pagine di dday.it, di cui l'intervistato: Gianfranco Giardina; è il direttore  (vedi Ufficiale: via la pubblicità da Rai YoYo dal 1° maggio 2016 | DDay.it).


Posso solo sperare che la notizia si riveli fondata.



LLAP!


Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

lunedì 7 dicembre 2015

Controlla YouTube sulla TV con il computer

Usare il PC come un telecomando Youtube? Leggi
Ultimo aggiornamento 26/06/2016



In questo post trovi la procedura illustrata con i pochi semplici passaggi che ho seguito per collegare il mio PC e il mio lettore DVD che via HDMI usa lo schermo del TV. La procedura è identica per smartTV, console e set-top-box che riescono ad utilizzare l'app Youtube.

Qualche mese fa ho acquistato su Amazon.it il lettore Samsung BD-H5500 Lettore DVD e Blu-ray Full HD 3D. Il dispositivo è entrato a far parte della rete wifi domestica collegando la porta di rete RJ45 del DVD reader alla rete wifi grazie all'adattatore TPLINK TLWA890EA 4 Porte DB 600Mbps (vedi Unboxing - TP-LINK TL-WA890EA WiFi Adapter per decoder. smartTV, console e Lettori DVD). 

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Quando si parla di mostrare contenuti da tablet o smartphone alla TV si pensa ad applicazioni specifiche di casting o a dispositivi dedicati come il Chromecast (vedi Test: Chromecast, così Google Play entra in salotto ). Queste soluzioni permettono di condividere molti contenuti diversi. Per poter controllare soltanto YouTube sul lettore BR con il proprio computer sarà sufficiente leggere questo post in cui provo a descrivere come ho provveduto io. Nel mio caso dovevo collegare il PC e il lettore DVD che via HDMI usa lo schermo del TV.

(continua sotto)
promo







Il lettore BD, con l'app Opera Store, offre una serie di applicazioni precaricate tra cui Youtube. Avevo già accoppiato al DVD reader l'app Youtube sul mio smartphone Android Samsung Galaxy S3 (poi anche con LG G2 e Samsung Galaxy S5). È ovvio che selezionare un video dal PC è più semplice e rapido. Prima della configurazione diretta tra PC e lettore BR trovavo il video su YouTube dal PC. Poi con il plugin di Chrome QR-Code Tag Extension generavo il QRCode che acquisivo via smartphone per poi poter avviare il video dall'app e poi sul BR associato. Oggi ho provveduto invece a collegarvi direttamente il PC rendendo l'utilizzo del servizio video di Google molto più semplice e rapido. Vediamo i passaggi a partire dalla guida in Controlla YouTube sulla TV con il tuo telefono, tablet o computer

Per poter procedere all'associazione dei due dispositivi è necessario individuare il TV univocamente. A tale scopo è utilizzato un codice numerico disponibile nelle impostazioni seguendo questi passaggi:

1. Dopo aver avviato l'applicazione Youtube sul BD-H5500 accedere alle Impostazioni






2. Tra le pagine scegliere Accoppia dispositivi


3. Leggi il numero che identifica univocamente il lettore BD



Passando poi sul PC si dovrà utilizzare il codice per completare l'associazione.

4. Avviare Youtube sul browser del PC e accedere alle Impostazioni  


5. Accedere alla voce di menù TV connesse 
6. Copiare il numero rilevato al punto 3 nel campo in Nuova TV dove è scritto Inserisci il codice di accoppiamento


7. Dopo aver copiato correttamente il codice confermare usando il tasto Aggiungi questa TV


8. La TV connessa si chiamerà per default YouTube TV ma può essere facilmente rinominata



Premendo il tasto Fine per conferma l'associazione sarà ultimata e sarà facilissimo mandare dei video di YouTube direttamente sul TV. 

twitta: La tua TV è ora associata al tuo computer

Dal PC potranno essere inviate al TV intere playlist e sarà possibile comandare anche il volume della riproduzione direttamente dal browser.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Samsung BD-H5500 Lettore DVD e Blu-ray Full HD 3D
Test: Chromecast, così Google Play entra in salotto

Siti consultati:
support.google.com/
amazon.it/
dday.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.