mercoledì 31 agosto 2016

Usare Garmin Vivosmart HR per la corsa?

Provato Garmin VivoSmart HR
Aggiornato il 23/09/2016


Ho ricevuto per email la domanda di Giuseppe che pubblico di seguito. A seguire la mia risposta.

Mi hanno regalato un Vivosmart HR. È utilizzabile per la corsa secondo te?

Ciao Giuseppe e grazie per la tua domanda.
Sottolineo sempre che io non sono un tecnico e che offro la mia opinione come semplice utente.

In tema di indossabili ho una particolare predilezione per gli sportwatch di cui faccio largo uso e di cui parlo spesso su queste pagine (vedi Confronto Sport Tracker GPS) e nei canali social del blog. Ho anche citato alcune volte il segmento di device a cui appartiene il vivosmart orientato più al benessere a 360° che all'attività sportiva intensa: i braccialetti (vedi Fitbit - contapassi, controllo del sonno e notifiche).

In passato ho inviato nel mio feed social diversi link su articoli e post relativi ad un braccialetto smart di Garmin: il Vivosmart HR.

Il Garmin Vivofit HR è un activity tracker che integra un sensore cardiofrequenzimetro al polso. Inoltre, accoppiato al proprio smartphone, offre una serie di interessanti notifiche. Ho avuto la possibilità di fare qualche piccola prova con questo device. Ho potuto utilizzarlo solo poche ore quindi ho avuto giusto il tempo di dargli una rapidissima occhiata.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Il braccialetto permette di contare i piani (dislivello di 3 m) saliti mediante l'uso di un barometro (vedi Il numero di piani saliti non è preciso). Leggendo alcuni test sembrerebbe che questa misurazione spesso risulti falsata dall'utilizzo di ascensori. È chiaro che questa funzionalità non è utile a chi pratica la corsa.

Il braccialetto permette inoltre di misurare la qualità del sonno. Questa funzionalità mi ha incuriosito e mi sono rapidamente documentato. Riporto di seguito un estratto dell'articolo Sleep Tracker: il monitoraggio del sonno | Sonnomedica che descrive come avvenga la misurazione.

Come fanno gli Sleep Tracker a misurare quanto e come si dorme la notte? Semplicemente analizzando i movimenti del corpo durante il sonno, oppure, nei modelli più avanzati, monitorando anche altri parametri come il battito cardiaco e la frequenza del respiro. Potete verificare la tipologia del vostro Sleep Tracker con un semplice esperimento: provate a stare immobili mentre siete ancora svegli e verificate cosa viene registrato. I modelli migliori riusciranno a capire che non state dormendo, anche se il vostro corpo è perfettamente immobile.

Lo stesso articolo sottolinea che le misurazioni eseguite da questi device in tema di sonno e calorie consumate sono poco attendibili. Lo dice chiaramente lo studio International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity citato nel medesimo articolo. Anche questa funzione non è direttamente utile a chi corre. Certo è interessante capire se si è riposato bene prima di un allenamento o una gara.

(continua sotto)
promo


  

Il braccialetto permette di misurare i passi messi durante la giornata offrendo un conteggio della distanza percorsa e delle calorie consumate. Per eseguire il conteggio dei passi utilizza un accelerometro interno che permette di calcolare la distanza degli allenamenti anche al chiuso senza la necessità di utilizzare un foot pod né un GPS.

Sono uscito a correre con in dosso il Vivosmart e il mio 220. Devo premettere che non ho eseguito alcuna operazione di calibrazione prima di uscire per cui probabilmente le mia prova lascia il tempo che trova. Quando per le uscite utilizzavo l'iPod con il footpod Nike+ questa operazione era determinante. Ho però riscontrato che su 10km il vivosmart segnava 2,5km circa in più.

L'errore si risolve inserendo la lunghezza media della falcata per la corsa (anche per la passeggiata) dalle configurazioni.

Il braccialetto non permette di memorizzare la traccia Gps non disponendo di un'antenna Gps né (almeno da quanto indicato in Garmin Vivosmart HR In-Depth Review) potendo interfacciarsi a quella di uno smartphone.

Il vivosmart è touch. Durante la corsa può capitare di sfiorare accidentalmente lo schermo attivando funzioni indesiderate. Anche alcuni FR hanno questa possibilità ma non tutti gli atleti l'apprezzano.

In definitiva, pur con i limiti di una prova abbastanza superficiale, ritengo che il Vivosmart HR possa essere tranquillamente utilizzato da un corridore occasionale o da chi corre per diletto. Per chi ha esigenze particolari e affronta allenamenti specifici consiglio un dispositivo dedicato come un ForeRunner 220.

Spero che questo post torni utile a Giuseppe come anche a tutti i lettori del blog.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Sleep Tracker: il monitoraggio del sonno | Sonnomedica
Orologio Garmin #Gps Outdoor Fenix 3 Sapphire HR
Il numero di piani saliti non è preciso

Siti consultati:
amazon.it/
buy.garmin.com/
dcrainmaker.com/
ijbnpa.biomedcentral.com/
Twitter:
#Garmin Vivosmart HR Regular #Fitness Band con Schermo #Touch Smart Notification e Monitoraggio #Cardio al Polso M http://amzn.to/1RCTlJF

Aggiornamento meteo su #Garmin Vivosmart HR solo se è attivo il #Gps sullo #smartphone (Amazon.it http://amzn.to/1oaDFPW  ) #handson

Scheda tecnica Vivosmart HR | Garmin http://bit.ly/1Sct5Ad  #fitness #wellness #smartnotifications

#smartnotifications #whatsapp complete di nome utente su #Garmin Vivosmart HR (Amazon.it http://amzn.to/1q73v9g  ) #handson

Notifica chiamata-in su #Garmin Vivosmart HR (Amazon.it http://amzn.to/1LOnQKx  ) e radio #BT della macchina collegati al Galaxy S5 #handson

#Garmin Vivosmart HR è impermeabile #5ATM #50M (Amazon.it http://amzn.to/22MejaJ  ) #handson #fitness #wellness

A partire da EUR 111,04 #Garmin Vivosmart HR Regular #Fitness Band Touch #SmartNotification #Cardio al Polso http://amzn.to/1q73vWT
Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

venerdì 26 agosto 2016

WhatsApp - STOP alla condivisione dati privati con Facebook

Leggi il post per bloccare la condivisione dei dati fra le app WhatsApp e Facebook del tuo smartphone

Forse stamattina avrai trovato un messaggio su whatsapp relativo alla condivisione dei tuoi dati con Facebook.



Sul blog ufficiale la novità è presentata come un'innovazione necessaria (vedi WhatsApp guarda avanti - WhatsApp Blog). Innovazione che probabilmente incrina un po' il fondamento che ha reso l'app così popolare: la privacy. Di seguito il messaggio che probabilmente avrai visualizzato anche tu.



Anche se negato nel 2014, all'epoca dell'acquisizione (vedi Breaking News - WhatsApp acquisita da Facebook) come era prevedibile, il processo di avvicinamento procede. Al momento la condivisione sembrerebbe essere limitata a poche informazioni. Essendo Facebook un'azienda privata, deve trarre profitto dai propri investimenti e se il profitto viene dalla pubblicità sono le informazioni disponibili (e la combinazione di queste sui due fronti) ad essere sempre più interessanti. D'altro canto è probabile che la notizia spingerà molti utenti verso valide alternative come ad esempio Snapchat (vedi The Massive Numbers and Branding Opportunities of Snapchat EN). Va sottolineato che al momento il dominio Facebook-Messenger-Whatsapp è incontrastato (vedi The Future of #Social and Messaging #Apps — Predictions for 2020 EN)

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

In molti avranno accettato frettolosamente le nuove impostazioni privacy senza pensarci tanto. Ma a mio avviso vale la pena ripensarci un attimo. Se ti sei reso conto in un secondo momento di non voler accettare questa condivisione, anche solo momentaneamente, è molto facile intervenire direttamente nelle impostazioni privacy. Attenzione però che (almeno secondo bgr.com/ vedi How to stop #WhatsApp from sharing your personal data with #Facebook EN) trascorsi 30 giorni l'impostazione rimane definitiva.

If you mistakenly tap on Agree before you’ve had the chance to disable the feature, you’ll have 30 days to fix it, but after that you’re out of luck. Go to SettingsAccount,Share my account info inside the WhatsApp app, and then uncheck the box.

Di seguito mostro i passaggi che ho completato io per me sulla versione 2.16.225 di WhatsApp.

(continua sotto)
promo

  


1. Dai tre puntini in alto a destra aprire il menù e tap su Impostazioni


2. Poi tap su Account


3. Infine tap su Condividi le informazioni del mio account. Nella schermata la voce è scomparsa dopo il settaggio.
Per completezza mostro la schermata equivalente in inglese tratta da How to stop #WhatsApp from sharing your personal data with #Facebook EN




Molte testate digitali nazionali ed internazionali parlano dell'argomento. Per approfondimenti vedi i Link utili sotto.

LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

The Massive Numbers and Branding Opportunities of Snapchat EN
Mobile And The Media 5 Ways To Succeed In 2016 EN
The Future of #Social and Messaging #Apps — Predictions for 2020 EN
How to stop #WhatsApp from sharing your personal data with #Facebook EN
"Condividi le informazioni del mio account": #Facebook si prepara a sfruttare #WhatsApp?
#WhatsApp apre alle imprese: messaggi ai clienti via chat. E inizia a condividere i dati con #Facebook
Come impedire a WhatsApp di condividere i nostri dati su Facebook - iPhone Italia - Il blog italiano sull'Apple iPhone 6S, iPhone 6 e 6 Plus, iPhone 5S
#Privacy, #WhatsApp 'rivelerà' il tuo numero a #Facebook
#WhatsApp cambia la #privacy e darà il nostro numero a #Facebook
#WhatsApp condividerà i dati degli utenti con #Facebook - Il Post
#WhatsApp condivide i dati degli utenti con #Facebook

Siti consultati:
repubblica.it/
androidworld.it/
amazon.it/
blog.whatsapp.com/
slideshare.net/ EN
bgr.com/ EN
corriere.it/
ilsole24ore.com/
ilpost.it/
tomshw.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

sabato 20 agosto 2016

Come togliere la segreteria PosteMobile

Togliere segreteria PosteMobile
Ultimo aggiornamento 21/12/2016

Il post di oggi raccoglie una richiesta ricevuta via mail. Riporto la domanda e la mia relativa risposta. 
Ciao Vincent, sono passata recentemente a Postemobile. Da quando ho cambiato operatore non riesco più ad usare il cellulare. Le persone mi chiamano ma non faccio in tempo a rispondere che già è partita la segreteria telefonica. Che faccio?
Grazie Ange
Ciao Ange e grazie mille della tua email. Purtroppo il passaggio da un operatore ad un altro può nascondere di queste insidie.

Scansiona il QR-Code quì sotto per guardare o condividere questo articolo passandolo allo smartphone, al tablet o all'iPod  touch
(continua sotto)


La segreteria è un servizio che è attivato d'ufficio al momento dell’acquisto di una scheda sim Postemobile come indicato chiaramente sul sito postemobile.it/. Riporto sotto il relativo estratto.

Per ogni nuovo messaggio nella tua segreteria telefonica riceverai un SMS di notifica. Puoi ascoltare il messaggio chiamando il numero 42.72.42. Il servizio di segreteria telefonica è già attivo sulla tua SIM PosteMobile al momento dell'acquisto.

Come descritto nella pagina è a pagamento il solo ascolto dei messaggi. Comunque non c'è affatto da preoccuparsi. I servizi, come la segreteria telefonica possono essere facilmente disattivati.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Di seguito la semplice procedura per eliminare del tutto la segreteria PosteMobile se hai una SIM standard. Basta inoltrare una chiamata al numero ##002#. Apparirà sullo schermo un messaggio di conferma. Inoltre potrebbe essere utile verificare il volume della suoneria delle chiamate in entrata.

(continua sotto) 
promo


Gli articoli elencati nei Link utili descrivono ulteriori utili opzioni.
Spero di essere stato utile.

Una foto pubblicata da Vincenzo Miccolis (@perparlarediweb) in data:


LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
aranzulla.it
amazon.it/
iltelefonico.com/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

domenica 14 agosto 2016

Hawking: “La stupidità è una grave minaccia per il genere umano”

Come non essere d'accordo...

Nell'articolo Hawking: “La stupidità è una grave minaccia per il genere umano” di Wired sono sintetizzati alcuni argomenti affrontati dallo scienziato nell'intervista di Larry King il cui video è disponibile in coda al post.

Lo scienziato britannico dice di essere da tempo preoccupato per la continua crescita delle popolazione, la dilagante avidità, l'inquinamento e, soprattutto, per la stupidità umana.

L'egoismo e la scarsa lungimiranza delle scelte politiche dei decisori dei nostri tempi (e di quelli che li hanno preceduti) è probabilmente alla base di queste considerazioni.

Le strategie di breve periodo volte ad accrescere rapidamente il potere politico ed economico non considerano evidentemente le relative conseguenze sui popoli e sui territori nel lungo periodo.

se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

La tecnologia assieme alla scienza moderna offrono una visibilità globale sulle più grandi problematiche del pianeta.

Le abbondanti informazioni a disposizione dei nostri scienziati dovrebbero costituire uno strumento potentissimo da volgere a vantaggio dell'umanità intera.

(continua sotto) 
promo

  

Le divisioni tra stati che alimentano finanziariamente i programmi di ricerca, disegnano invece uno scenario che purtroppo ricorda più un condominio litigioso di periferia.

Parlare di stupidità viene facile.

Anche il punto di vista sull'intelligenza artificiale è molto interessante.

Pone l'attenzione sul drammatico sbilanciamento delle priorità dei governi per lo sviluppo di strumenti che impieghino l'intelligenza artificiale.

Sembrerebbe che l'interesse dei finanziatori sia rivolto a strumenti di offesa piuttosto che a strumenti diagnostici.

Oltre all'intelligenza, come effetto collaterale, stiamo probabilmente sviluppando anche l'ignoranza artificiale.

Infine, ancora sull'intelligenza artificiale, Stephen Hawking dice che dovrebbe essere regolamentata.

L'assenza di controllo rischierebbe di provocare abusi e violenze.

Lo scienziato non è fiducioso per quanto alla convivenza pacifica uomo/macchina.

Qui sotto il video dell'intervista di Larry King.



Come scrivono alcuni commentatori, il tema è stato già affrontato in passato.

Le Tre leggi della robotica infatti nascono proprio per porre dei limiti invalicabili all'autodeterminazione che domani le macchine potranno raggiungere.

D'altronde la letteratura e il cinema hanno già proposto degli scenari poco rassicuranti: Io robot, 2001 Odissea nello spazio, Terminator e Matrix solo per fare alcuni esempi.

Nei commenti all'articolo in molti ritengono il punto di vista di Hawking banale, ovvio, ritrito.

Personalmente ritengo utile che siano figure scientifiche di un certo calibro a porre in evidenza queste criticità.

È invece ingiustificabile l'immobilismo delle società civili democratiche che hanno la possibilità di influenzare le scelte politiche delle nazioni.


Il pessimismo di Hawking per il futuro dell'umanità è tutto sommato condivisibile. 
I commenti ed i contatti del blog sono a disposizione per te se vuoi condividere il tuo punto di vista.
LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
amazon.it/

Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

giovedì 4 agosto 2016

Garmin Mobile - Overlay sul grafico

buzzoole code
Analizzare passo e quota sullo stesso grafico in Garmin Mobile
Ultimo aggiornamento 17/08/2016

In diverse occasioni ho parlato della piattaforma Garmin Mobile che utilizzo per acquisire i dati delle corse dal mio Garmin Forerunner 220 per poi sincronizzarli con la piattaforma web Garmin Connect. Io utilizzo la versione dell'app per Android. Con le informazioni raccolte durante la corsa sono poi costruiti diversi grafici che possono anche essere sovrapposti tra di loro in overlay per l'appunto.


[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Nel post mostro come ho attivato l'overlay della quota sul grafico che mostra il passo mantenuto durante la sessione di allenamento. 


Di seguito i diversi passi:

1. a partire dall'applicazione Garmin Mobile sullo smartphone, sulla singola attività attivare la visualizzazione dei grafici dal comando evidenziato in figura;


(continua sotto)
promo

  


2. Scorrendo in basso ho visualizzato il grafico relativo al passo. Tenendo premuto il dito sul grafico è attivata la schermata per la preparazione del grafico in overlay;



3. Nella schermata appena aperta, tap su OVERLAY in alto a destra;



4. Ho poi scelto Quota tra i grafici disponibili per l'overlay;




5. Ho confermato la scelta dal comando OVERLAY in alto a sinistra;



Sotto mostro il risultato ottenuto. Si noti come, fatta eccezione per lo stop dopo il riscaldamento, vi sia una certa correlazione tra l'andamento del passo e le pendenze sul percorso.

(continua sotto)
promo


  

Nella rappresentazione così ottenuta va sottolineato che la scala sulla sinistra del grafico nel piano cartesiano (asse delle ordinate) è relativa alla grandezza di riferimento: in questo caso il passo. Mentre la scala nella parte destra è relativa alla grandezza portata in sovrapposizione: in questo caso la quota. 


Allo stesso modo è possibile sovrapporre la frequenza cardiaca o la cadenza. Per domande o segnalazioni sono a disposizione i contatti e la sezione commenti.

Qui sotto una gif animata (realizzata con l'app GifMe! per Android) che raccoglie le diverse schermate utilizzate nel post. Condividila sui social se ti fa piacere.



LLAP!

Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Siti consultati:
amazon.it/


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code qui sotto.


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.