martedì 29 marzo 2011

Facebook - Amico o nemico delle PA?

Facebook, amico o nemico delle PA?
Prima visto come nemico della privacy e della dedizione al lavoro, ora Facebook diventa uno strumento di controllo, ma anche un mezzo di dialogo tra PA e cittadini. Come sta cambiando il rapporto tra Pa e i social network.

Questo l'abstract di un interessante articolo sul ruolo di Facebook nella pubblica amministrazione.
In alcune realtà sostituisce la Gazzetta dello Sport ma potenzialmente potrebbe contribuire attivamente all'avvicinamento tra PA e cittadini. L'articolo cita qualche progetto interessante e anche qualche bella iniziativa, anche di giovani meridionali. Particolare curiosità solleva il progetto dell'Agenzia delle Entrate di utilizzare i social network come strumento per stanare gli evasori fiscali.

promo


Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili:

Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook

Outlook 2007 - Cancellare file temporanei

Liberare spazio su hard disk
Ultimo aggiornamento 17/12/2014

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]


Nel post WinDirStat - Pulire l'HardDisk è facilissimo! ho parlato di un software utile a ridurre drasticamente lo spreco di memoria su di un Hard Disk. Grazie a questo strumento ho potuto notare che anche Outlook può produrre della spazzatura di cui ogni tanto ci si dovrebbe liberare. 

Quando si chiude Outlook 2007 (il problema si verifica anche per Outlook2003 e Outlook2010) senza aver chiuso eventuali allegati aperti, la cartella temporanea sicura, utilizzata per accogliere questi file aperti, non viene cancellata e rimane inutilizzata. Tale situazione sembrerebbe causare alcune anomalie nel funzionamento del programma. Quando si procede alla pulizia del disco rigido sarebbe opportuno passare anche da qui. Purtroppo l'utility di pulizia del disco sembra trascurare questa cartella.


(continua sotto)
promo




  

La cartella può trovarsi in posizioni differenti a seconda della versione di Outlook e di Windows.

Outlook2003
C:\Documents and Settings\nomeutente\Impostazioni locali\File temporanei Internet\OLKxxx

Outlook 2007
C:\Documents and Settings\nomeutente\Impostazioni locali\File temporanei Internet\xxxxxxxx

Outlook 2007 - Vista e Windows 7
C:\Users\nomeutente\AppData\Local\Microsoft\Windows\File temporanei Internet\Content.Outlook\xxxxxxxx

Outlook 2010
C:\Documents and Settings\nomeutente\Impostazioni locali\File temporanei Internet\xxxxxxx

Outlook 2010 - Windows Vista e Windows 7
C:\Users\nomeutente\AppData\Local\Microsoft\Windows\File temporanei Internet\Content.Outlook\xxxxxxx

Negli esempi, nomeutente è il nome dell'utente correntemente connesso al computer e xxxxxxxx è una sequenza casuale di numeri e lettere.



In un articolo del supporto Microsoft è indicato anche quali chiavi di registro determinano la posizione di queste cartella.





(continua sotto)
promo

  


Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:
support.microsoft.com/
social.technet.microsoft.com/
amazon.it/






Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.



(continua sotto)
promo


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

lunedì 28 marzo 2011

Oracle - GRANT e REVOKE su tabelle

In un db multiutente, si può definire con quali diritti un utente debba accedere ad una tabella. Per assegnare e revocare questi diritti si utilizzano le due istruzioni GRANT e REVOKE con la seguente sintassi:

GRANT
GRANT privilegi ON tabella TO utente

Ad esempio:
GRANT SELECT on LUOGHI to UTENTE_APPLICATIVO



REVOKE
REVOKE privilegi ON tabella FROM utente

Ad esempio:
REVOKE SELECT on LUOGHI from UTENTE_APPLICATIVO

Di seguito l'elenco di alcuni privilegi assegnabili:
PrivilegioDescrizione
SelectInterrogare la tabella con istruzioni di Select
InsertInserire nuove righe mediante istruzioni di Insert
UpdateModificare righe mediante l'istruzione Update
DeleteCancellare righe mediante l'istruzione Delete
ReferencesCreare constraint che si riferiscano alla tabella
AlterModificare la definizione della tabella mediante istruzioni di Alter Table
IndexCreare indici sulla tabella mediante istruzioni Index

I privilegi possono essere concessi contemporaneamente nella seguente forma:
GRANT INSERT, UPDATE, SELECT, DELETE  on LUOGHI to UTENTE_APPLICATIVO



Per maggiori dettagli e indicazioni relative alle istruzioni GRANT e REVOKE per l'utente PUBLIC o i ruoli vedi le interessanti pagine suggerite nei Link utili sotto. 

Alla prossima!
Se il post ti piace dillo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!


Altri articoli sull'argomento:
Oracle - è possibile rinominare un campo?
Oracle - Come rilevare la versione del db di destinazione
Oracle - Cercare testo in colonne CLOB
Oracle - Estrarre l'anno da una data con EXTRACT()


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.




Download: Fast, Fun, Awesome

Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook

sabato 26 marzo 2011

Olimpiadi di Londra 2012, occhio alle truffe online

Nell'articolo un interessante servizio internet per verificare l'attendibilità dei siti che vendono i biglietti per le olimpiadi.

I grandi eventi sono sempre occasioni ghiotte per le truffe online, e se qualcuno ha avuto l'ardire di speculare su una disgrazia come quella del terremoto in Giappone, figuratevi quanto ...





Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP


Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili:



[Guida] WinDirStat - Pulire l'HardDisk è facilissimo! [Aggiornato 2013/03/02]

Usi Windows Vista e vuoi sapere in quale parte del disco fisso occupi più memoria per fare pulizie? Leggi l'articolo per vedere come liberare spazio con precisione chirurgica.

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Oggi rispondo a jo1225. Ecco la sua domanda:

Vincent! il mio pc è lentissimo!? Che posso fare?

Ogni hard disk prima o poi diventa piccolo se non si assumono dei comportamenti attenti e lo si ripulisce periodicamente.
WinDirStat (vedi WinDirStat: Windows Directory Statistics [EN] sotto nei Link utili) è un programma OpenSource gratuito che analizza il disco selezionato e rileva l'uso della memoria nelle singole cartelle di Windows (32bit). Con le sue indicazioni visuali è molto facile capire se vi è dello spazio recuperabile.

Il programma è disponibile in 12 lingue (vedi WinDirStat - Translations of WinDirStat [EN] sotto nei Link utili) diverse tra cui l'italiano.
L'interfaccia grafica è molto simpatica. La procedura di rilevazione dell'uso della memoria è rappresentata da tanti piccoli Pac-man, uno per ogni cartella, che corrono avanti e indietro.


Al termine dell'attività di analisi la schermata mostra l'intera memoria del PC rappresentata in un mosaico variopinto in cui ad ogni colore corrisponde un tipo di file. La corrispondenza tra colore e estensione di file è visibile nella parte destra della schermata. La grandezza dei poligoni indica la dimensione del relativo file in percentuale sul totale della memoria analizzata.


A questo punto è possibile individuare le cartelle che utilizzano più spazio. Il programma offre una serie di strumenti per approfondire la conoscenza dei singoli scenari e anche per cancellare direttamente le cartelle.
Personalmente lo trovo molto utile. Oggi mi ha permesso di liberare 5GB del mio disco rigido. Quelle aree di colore rosso scuro piuttosto grandi nella parte sinistra rappresentano due file .dmp Oracle di cui non avevo più bisogno che occupavano una buona percentuale del disco.


(continua sotto)
promo

WinDirStat è disponibile anche in versione portabile su WinPenPack (vedi X-WinDirStat 1.1.2 [rev2] Portable :: Download / Controllo spazio hard disk :: winPenPack - The Portable Software Collection sotto nei Link utili).

Mi riservo di scrivere un relativo post appena faccio un test di questa versione.
Purtroppo la versione che ho provato funziona soltanto su versioni Windows a 32 bit.

Se le conosci segnalami pure soluzione per macchine a 64bit.


Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!




Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.


Download: Fast, Fun, Awesome

DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Mailtemp.net - Come si usa

Nel post Indirizzi email temporanei - Yahoo, Yopmail e altri ho parlato dei siti che offrono indirizzi di posta temporanea. Come mi capita spesso, oggi ho avuto la necessità di registrarmi ad un forum. Per prevenire utilizzi inappropriati del mio indirizzo di posta ho utilizzato Mailtemp.net. Ho completato la registrazione sul forum ed ho atteso il messaggio di conferma. Quando è arrivato, in un primo momento, ho pensato che non fosse utilizzabile perché il testo dei messaggi sembrava limitato a 201 caratteri. Il testo era incompleto e mancava il link per la conferma. Subito dopo mi sono reso conto che il messaggio visualizzato era solo un estratto. Sulla sinistra sono disponibili due link:
  • show
  • delete

Cliccando su show il messaggio è stato visualizzato per intero completo di link per la conferma.




Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP


Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili:


Altri post sull'argomento:




martedì 22 marzo 2011

PDF - Come posso ruotare un pdf? [Aggiornato 08/01/2013]

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

Ciao AL e grazie della tua domanda che riporto di seguito:

Ciao Vincent, ho un problema.
Sembrerebbe una banalità ma non lo è. Ho scaricato dei modelli pdf dal sito istituzionale del mio Comune ma (non capisco per quale ragione!) sono stati salvati ruotati in orizzontale ed è, purtroppo, molto difficoltoso leggerne il contenuto. Acrobat Reader 8 offre la possibilità di girarli dal menù Vista, ma tornando a riaprirlo o salvandone una copia l'orientamento torna quello originario. Mi serve conservarli girati. Hai una soluzione a questo problema?


(continua sotto)
promo


Caro AL, purtroppo una funzionalità relativa utilizzabile in Acrobat Reader non l'ho trovata. Ti può però essere d'aiuto un servizio web apposito. Altre volte ( Convertire on-line un file in un formato diverso ) abbiamo parlato di servizi di conversione on-line che nel web2.0 sono sempre più comuni. Il servizio di cui sto parlando è rotatepdf.net. Il sito è in inglese ma l'utilizzo è molto intuitivo. Si dovrà caricare il file (max 10MB) e indicare come questo debba essere ruotato:
  • 180°
  • 90° in senso antiorario
  • 90° in senso orario
Il file potrà essere visualizzato e scaricato immediatamente senza la necessità di effettuare una registrazione o lasciare il proprio indirizzo email. Un servizio velocissimo, gratuito e che non invade la privacy.

Se ne conosci altri sarò lieto di provarli.


Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Siti consultati:



Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.



Download: Fast, Fun, Awesome

DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.

Memopal - 3GB Backup Online Gratis!

Oggi parliamo di un servizio di Backup Online Gratis segnalatomi da p89 all'indirizzo vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it  
Ciao Vincent, un collega mi ha parlato di questo servizio di backup. Di che si tratta?
Ciao
p89

Memopal offre un servizio di backup online. Memorizza i dati di uno o più computer/smartphone nel cosiddetto "cloud". In caso di furto, rottura o semplice indisponibilità del dispositivo, si potrà accedere ai singoli file backuppati da qualsiasi pc/smartphone. Il servizio, disponibile anche in italiano, è molto interessante e non è erogato solo a pagamento. Memopal è disponibile in versione free con un limite a 3GB.

3GB di spazio a disposizione per conservare ogni genere di documento, senza limitazioni, dalle foto delle vacanze ai file dell'ufficio, in modo semplice e, dichiarano, in totale sicurezza. A partire dalla versione gratuita è possibile comprare spazio aggiuntivo a partire da 4,00 euro al mese.


(continua sotto)
promo


Memopal offre tre servizi con un solo software:
  • il Backup Online (protezione automatica, semplice e sicura dei tuoi file)
  • lo Storage Remoto (accedi ovunque e con password ai tuoi documenti online).
  • il File Sharing (condividi velocemente file di qualsiasi dimensione con colleghi e amici).
L'operazione di memorizzazione è completata in tempi molto ridotti, anche per grandi quantità di dati, grazie all'uso di un algoritmo che cripta (cifratura a 128 bit) e comprime i dati da trasmettere. L'utente potrà accedere ai propri file ovunque si trovi e da qualsiasi computer senza dover portare con se alcun dispositivo. L'applicazione è compatibile con Windows 9X-Me-2000-Xp-Vista-7, Mac, Linux, iPhone, ed è disponibile in 11 lingue, tra cui l'italiano.


Con questo invito, per tutti i miei lettori 500MB GRATIS EXTRA!

L'ho attivato e lo sto testando. Effettivamente l'upload avviene senza impegno alcuno da parte dell'utente. Ho definito una cartella, il cui contenuto è automaticamente registrato online in background, ossia senza che vi siano schermate aperte. A richiesta, una schermata indica le percentuale di avanzamento dell'operazione e la quantità di spazio ancora libero. Sono caricati file dei tipi più svariati: pdf, doc, exe, jpg, png, etc. Per il momento trattengo ancora la duplice copia e ho uploadato solo file "non critici". Vediamo come va!

Per approfondire le caratterisitche principali puoi visitare il loro sito http://www.memopal.com/it/ nel quale vi sono numerosi confronti con altri servizi dello stesso tipo:
  • Carbonite
  • Mozy
  • Dropbox
Ci si può fare un'idea degli scenari di utilizzo possibili sul sito, che offre una raccolta interessante di Storie senza Backup
Sicuramente avremo ancora modo di parlare di questo servizio.



Alla prossima!
Se ti sono stato utile ed il post ti è piaciuto dillo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!

Link utili:


Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.




Download: Fast, Fun, Awesome

facebook - Film on Demand a E3,00

Warner Bros., con un accordo storico, ha reso possibile l'acquisto o il noleggio dei propri film direttamente su Facebook. Batman - The Dark Knight è già disponibile esclusivamente in territorio statunitense, al prezzo di 30 crediti Facebook – ovvero 3,00 dollari. Il prezzo per l'Europa, e quindi in Euro, non è ancora stato reso noto, ma si presume che, come accade spesso, verrà utilizzato il cambio 1:1.
Il noleggio è stato programmato per abilitare la visione del titolo per 48 ore.

link utili:



Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP


Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


lunedì 21 marzo 2011

TrendMicro - Catastrofi giapponesi? Grande opportunità per malware e criminalità digitale

Attenzione alle ricerche online sul terremoto in Giappone: possono indurre a scaricare versioni false e maligne di software antivirus (FAKEAV)

Milano, 11 marzo 2011 - Alla notizia del tremendo terremoto che ha colpito il Giappone, seguito anche da uno tsunami, i cyber-criminali si sono purtroppo messi immediatamente all’opera per sferrare attacchi di tipo blackhat SEO, tecniche di ottimizzazione dei risultati delle ricerche SEO (Search Engine Optimization) utilizzate a scopo maligno, che possono dirottare gli utenti verso siti illegittimi contenenti minacce pericolose.

Uno dei siti che appare utilizzando la parola chiave “most recent earthquake in Japan” conduce a varianti FAKEAV, rilevate da Trend Micro come Mal_FakeAV-25.

Per non finire vittime di questo tipo di attacchi Trend Micro suggerisce agli utenti Internet di cercare nuove informazioni sull’evento catastrofico visitando direttamente siti di informazione affidabili.

Ho citato testualmente il  comunicato stampa di TrendMicro 
Aggiungo che occorre fare particolare attenzione quando si verificano questi cataclismi. I malintenzionati approfittano del diffuso sentimento di solidarietà per trarre in inganno ignari utenti/donatori. Nessun posto è sicuro! Si deve prestare attenzione a:
  • messaggi di posta,
  • pagine Facebook,
  • banner di raccolte fondi,
  • etc.

Per le donazioni consiglio di utilizzare direttamente i siti delle ONG senza fidarsi troppo dei link restituiti nelle ricerche sui motori, pubblicati sui blog, su Facebook o nelle mail.

La solidarietà è preziosa... non la si deve vanificare!
  
Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!
Link utili:

Altri post che potresti trovare interessanti:


venerdì 18 marzo 2011

phpbb3.0 - Differenza tra MP spediti e MP in uscita

Ciao a tutti... oggi rispondo ad una domanda che mi ha girato R. su una delle piattaforme per forum più conosciuta ed utilizzata su internet: phpbb3.0.

Ciao Vincent... è normale che quando mando un mp, da un forum phpbb3, non mi va subito in "Messaggi spediti" e rimane un bel pò in "Messaggi in uscita"?

Ciao R., grazie della domanda. Come già sai, il messaggio privato è uno strumento per comunicare con altri utenti del forum in forma riservata. Il suo meccanismo di funzionamento è molto simile a quello di una casella di posta elettronica. Le cartelle "Messaggi spediti" e "Messaggi in uscita" raccolgono due tipologie di messaggi differenti.

In "Messaggi in uscita" sono raccolti tutti i messaggi privati (MP) che abbiamo scritto ed inviato ad uno o più utenti del forum.


In "Messaggi spediti" sono raccolti i messaggi che, oltre ad essere in uscita, sono anche stati visualizzati dal destinatario.


Un "messaggio spedito" può rimanere anche molto tempo nella cartella "Messaggi in uscita". Se vi sono "Messaggi in uscita" che non passano in "Messaggi spediti" significa che il destinatario non l'ha letto, che forse ha abbandonato la piattaforma, che è stato bannato o che semplicemente non è in grado di aprire un MP.
Spero che la risposta sia soddisfacente R.
Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP

Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili:

lunedì 14 marzo 2011

XM5800 - Ovi Maps - Gestire le categorie

Lo scorso 18 Febbraio ho scritto il post XM5800 - Caricare POI Metano su Nokia Ovi Maps
Oggi, all'indirizzo vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it ho ricevuto una mail di Wok sull'argomento:

Ciao. Ho seguito le tue istruzioni (chiarissime) su come importare i POI sul Nokia. [...]

Ho creato il file metano.lmx, e l'ho trasferito nella memory del mio nokia N82. Aperto il file col file manager, mi ha fatto vedere il "tabulato" con tutti i distributori. Ho cliccato su "salva > tutti i punti diriferimento" e mi ha detto "799 punti di riferimento salvati". Ottimo! A questo punto ho aperto Mappe, e qui iniziano i dolori di pancia! Mi sarebbe piaciuto creare una categoria "metano" all'interno dei "favoriti"e poter quindi far apparire i distributori. Invece il nokia si impalla per un minuto buono (credo caricando uno alla volta i 799 punti di riferimento all'interno della categoria "luoghi").
Secondo te:
 1) come devo fare per spostare questi POI all' interno della categoria "metano"?
 2) posso poi spiegare al telefono di caricarli (e quindi diimpallarsi) QUANDO LO DICO IO e non sempre e comunque?

Grazie !!! [...]

Grazie della fiducia Wok.
Sottolineo che non sono un tecnico esperto, ma un utilizzatore un po' curioso. I mie sono semplici suggerimenti. Prima di fare qualsiasi prova è indispensabile eseguire un backup dei dati del cellulare.

(continua sotto)
promo


Purtroppo sembra che una soluzione, per così dire, "agevole" non vi sia (spero di essere contraddetto al più presto). La stessa Nokia conferma di avere una gestione dei preferiti "perfettibile".

In Ovi Suite non c'è nessuna funzionalità (spero di essere contraddetto al più presto anche in questo caso!) utilizzabile a questo scopo.

Il servizio on-line http://maps.ovi.com/ non sembra fare al caso nostro. Non sembra possibile portare i favoriti on-line per procedere ad una gestione più completa che dovrebbe essere disponibile nell'interfaccia web (come sembra suggerire il manuale).  

Nelle specifiche delle librerie per gli sviluppatori Nokia ho trovato la documentazione degli oggetti Landmarks per i quali è previsto un identificativo di categoria. Non sembra quindi, a prima vista, essere possibile indicare una categoria semplicemente utilizzando la descrizione. Sembrerebbe invece che sia previsto il puntamento per riferimento ad una categoria già presente sul telefono. Purtroppo è difficoltoso anche estrarre l'identificativo di una categoria dal software sul cellulare per poterlo aggiungere manualmente all'LMX.
Nel forum betalabs.nokia.com si parla di un'applicazione (LM Manager mi pare) che potrebbe essere utile, ma non ho ancora avuto modo di provarla.

Sarebbe utile avere il parere di qualcuno che l'ha già provata.
Altrimenti si dovrà aspettare un relativo rilascio di Nokia o anche un'applicazione sviluppata da qualche volenteroso.

Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook, lascia un MiP

Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!

Link utili:

Windows Vista - Rilevare le impostazioni di rete

Oggi rispondo a questa vostra domanda:

Devo formattare il PC e ho paura di non riuscire a usare la mia stampante di rete e utilizzare internet dopo la reistallazione di Microsoft Vista. Perderò la configurazione del rooter ADSL e della rete wireless?

Il rooter ADSL non è influenzato dalla formattazione di un PC. Al momento della configurazione si dovrà "solo" ricordare l'eventuale password WPA2 o WEP utilizzata per l'autenticazione. La cosa che più importa è la configurazione di rete. In questo post vedremo come conservare questa configurazione per poterla riutilizzare una volta reistallato Windows Vista: il sistema operativo.

Andiamo per punti:
1- Partendo dal menù start
2- Nel menù cliccare su Rete

3- Cliccare col tasto destro del mouse su Rete nella nuova schermata

4- Cliccare su Proprietà nel menù contestuale

5- Cliccare su Visualizza stato nella schermata "Centro connessioni di rete e condivisione"



6- Cliccare sul tasto Proprietà nella schermata "Stato di Connessione rete wireless"



7- Nell'elenco dei protocolli utilizzati dalla connessione, selezionare Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4)


8- Se nella scheda Generale non vi sono valori numerici, in fase di riconfigurazione, sarà sufficiente cliccare gli stessi radio button "Ottieni automaticamente un indirizzo IP" e "Ottieni indirizzo server DNS automaticamente"



9- Potrebbe esserci anche una configurazione ad indirizzo statico (vedi l'ultima immagine) nel qual caso si dovrà conservare i valori per poi riutilizzarli in fase di configurazione. Vanno annotati tutti i numeri presenti in questa schermata.


Sottolineo che queste istruzioni sono relative ad una configurazione tipica di una LAN domestica o di piccolo ufficio. Per una configurazione più complessa consiglio di rivolgersi ad un tecnico.


Se il post ti è piaciuto dillo su Facebook con un MiP

Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!

Link utili:


Yahoo - Ora si accede con Facebook e Google

Il 20 Gennaio Yahoo! ha aperto ai sistemi di autenticazione di Facebook e Google (via OpenID).
Centinaia di milioni di utenti di Facebook e Google potranno ora, con la massima semplicità, accedere ed interagire con Yahoo! ed il suo grande network (che spesso abbiamo citato) utilizzando le credenziali Facebook o Google.

Questa funzionalità elimina la necessità di registrare un nuovo account e di dover ricordare l'nesima password.

Per Yahoo! ogni utente registrato è un utilizzatore dei suoi servizi, a prescindere dalle sue credenziali.



Se il post è di tuo gradimento lascia un MiP


Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili:

Oracle - è possibile rinominare un campo?

Oracle ha introdotto già nella versione 9i Release 2, la possibilità di rinominare il campo di una tabella con una sola istruzione SQLPLUS.

Nelle versioni precedenti era necessario creare una nuova colonna col nuovo nome, copiarvi il valore della colonna da rinominare e droppare quella vecchia.

Di seguito un esempio di utilizzo.

Ho creato una tabella PROVA nel mio DB con questo script

CREATE TABLE PROVA(
ID CHAR (20) NOT NULL,
DE_RIF VARCHAR2 (200)
);

Con lo script seguente ho rinominato il campo DE_RIF in DB_RIF

ALTER TABLE PROVA RENAME COLUMN DE_RIF TO DB_RIF;

Con la seguente istruzione verifico che la tabella sia stata aggiornata correttamente

DESC PROVA;

Cancello la tabella che avevo creato per l'esempio

DROP TABLE PROVA;

Se il post è di tuo gradimento lascia un MiP su Facebook

Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti gli aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Segui il blog su Twitter e su Facebook.
Alla prossima!


Link utili: www.google.it

mercoledì 9 marzo 2011

Oracle - Come rilevare la versione del db di destinazione



Rilevare la versione alla connessione con SQL+

[se non leggi bene l'articolo vai sul blog http://vincenzomiccolis.blogspot.it/ o sulla versione mobile http://bit.ly/AeHvgL]

La domanda alla quale rispondo oggi ha un taglio più tecnico. Axla mi chiede:
Ciao Vincent, vorrei sapere come fare per capire quale sia la versione del DB Oracle al quale provo a connettermi.
Non bisogna fare nulla di particolarmente complicato. Se ci si collega al DB via prompt, in fase di connessione, la  versione sarà indicata chiaramente senza l'utilizzo di particolari istruzioni.
(continua sotto)
promo

  

Illustro i pochi passaggi necessari (client Microsoft Windows7 Pro) quì di seguito:
  • cliccare su menù Start
  • nella casella di ricerca digitare cmd e premere invio
  • digitare sqlplus e premere invio
  • inserire il nome utente (di cui si dispone per la connessione) e premere invio
  • inserire la password (di cui si dispone per la connessione) e premere invio
A questo punto, se la connessione è avvenuta correttamente, il prompt mostrerà il messaggio di conferma e la versione del database al quale ci si è appena collegati. 

Approfitto del commento di Anonimo per chiarire con un'illustrazione quanto ho descritto in questi miei appunti.
Nella cattura seguente è evidenziato il risultato dell'operazione.
Ho eseguito l'accesso al DB utilizzando una forma breve che concatena i dati necessari.
1 - La risposta dell'Oracle Server è evidente Oracle Database 10g Release 10.2.0.4.0 - 64bit Production
2 - Per confermare la versione ho utilizzato le istruzioni sql select * from v$version; che confermano la versione
3 - La versione del client Sql+ è evidentemente diversa ed è dichiarata all'accesso





Quando non si indica un dbserver specifico (vedi elenco puntato), la connessione avverrà al DB locale per il quale la versione coinciderà probabilmente con quella di SQL+.
Alla prossima!
Se il post ti piace condividilo su Facebook
Tieni d'occhio questo post e i suoi commenti: iscriviti nella parte destra del blog.
Per qualsiasi dubbio, critica, segnalazione scrivimi a vm_tempbox-perparlarediweb[at]yahoo.it
Ricevi gratuitamente tutti i miei aggiornamenti del blog direttamente dal feed RSS ed in email.
Visita la mia pagina su Facebook e diventa fan. Segui @vincentmiccolis su Twitter dove oltre ai link agli articoli del blog condivido i link delle mie letture in tempo reale.
Istalla la toolbar del blog... è gratis!
Link utili:
Per leggere i post con più chiarezza ed un allineamento adattato agli schermi più piccoli di iPhone e smartphone usa la versione mobile. Vai a http://bit.ly/AeHvgL oppure clicca/scansiona il QR code quì sotto.


(continua sotto)
promo


DISCLAIMER: Il contenuto dei miei articoli è reso disponibile così com'è. Per Parlare di Web non offre alcuna garanzia sui contenuti che sono forniti a solo scopo di intrattenimento e/o didattico con l'obiettivo di fare da spunto di riflessione per il lettore proponendo idee, concetti e recensioni di prodotti e servizi tecnologici. Il blog Per Parlare di Web non si assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza dannosa che possa risultare al lettore dall'adozione di indicazioni descritte nei nostri articoli e nelle nostre guide hardware e software.